Bike

Babes in Bike Helmets Calendar

Tutti tranne i fanatici della bicicletta credono che i caschi siano una buona cosa. Una minoranza piccola ma vocale afferma che i secchi del cervello sono cattivi perché ispirano una guida non sicura o perché la massa aggiunta al tuo noggin può essere dannosa in un incidente. Ma tutto ciò che è foraggio per un altro post. Questo riguarda un calendario. Come suggerisce il nome, Vancouvers Prohab Helmet Society è decisamente pro-casco, e l'organizzazione no profit è dedicata a rendere i caschi da bici accessibili a tutti. È una buona causa, ma certo non è da escludere. Oppure si potrebbe pensare ...



Calendario 2011 di Societys Helmet Prohab

Il calendario 2011 di Prohabs, una collaborazione di artisti e fotografi locali con donne cicliste attive a Vancouver, potrebbe indurre altre persone a parlare di caschi e, si spera, aggiungere un po 'di denaro alle loro casse. Il calendario 2011, a seguito del calendario di successo delle organizzazioni del 2010, presenta le donne di Vancouver che guidano e posano con le loro biciclette in luoghi che vanno dalle donne in bici di alta moda a un tema di Cappuccetto rosso e uno scatto che ha un tocco di un elemento di gara di maglietta bagnata. Queste donne guidano i loro impianti per davvero nelle strade di Vancouver, e i modelli sono di tutte le forme e dimensioni.

Il calendario è di $ 24 spediti negli Stati Uniti o di un misero $ 2 / mese per un valore di anni in bellezza per una buona causa. Posso solo sperare, sono stato abbastanza bravo per Babbo Natale da consegnarne uno alla base del mio albero di Natale.

Storia precedente su Profab ... L'obiettivo delle organizzazioni è 'ottenere il maggior numero possibile di caschi in testa mentre si sviluppa la consapevolezza sull'uso dei caschi all'interno della nostra comunità di ciclisti'. L'organizzazione è stata fondata nella primavera del 2009 da Dustin J. Bromley e Renee N. Le Page dopo che un amico ha avuto un incidente in bicicletta che lo ha lasciato con una lesione al cervello. Questo è stato un campanello d'allarme per il duo, che erano 'ciclisti avidi, anche se certamente spensierati'. Così hanno deciso di sviluppare la consapevolezza sull'uso dei caschi all'interno della loro comunità di bici urbane.



Hanno organizzato molteplici iniziative di raccolta fondi e, a partire da quest'anno, hanno fornito più di 160 caschi a ciclisti attivi a Vancouver e nei dintorni di Boston, che altrimenti potrebbero essere rimasti senza casco. Sostieni una buona causa. Ottieni un bel calendario per l'avvio del 2011. http://prohab.ca

-Stephen Krcmar